Tags

Related Posts

Share This

Mussolini’s Sister

Ore 18:30
Regia di Juna Suleiman – [FOCUS EMERGING FILMMAKERS]
(Palestina, Israele, 2018, 70’) v.o: arabo, ebraico, inglese, sottotitoli: inglese, italiano

Documentario condito con un pizzico di fiction che ci fa entrare nella testa di Hiam, un’anziana signora palestinese di 85 anni di Haifa. La sua quotidianità che si appresta alla fine, si arricchisce di ulteriori livelli di significato perché la regista Juna Suleiman – sua nipote – accompagna molte scene con monologhi interiori della protagonista. A poco a poco scopriamo il suo passato, il matrimonio, la famiglia, il fratello facoltoso con un nome altisonante come Mussolini. E attraverso questo piccolo mondo opprimente il film affronta in modo originale e sobrio grandi temi, come il matrimonio combinato, la solitudine, il declino e il razzismo.

Anteprima italiana, alla presenza della regista

 

 

In a documentary with a dash of fiction, we enter the mind of the elderly Hiam, a Palestinian woman from Nazareth. Within her small world, large themes such as arranged marriage, loneliness, decline and racism are explored through her granddaughter’s camera lens. 

COMMENTI