I Stay – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia di Fatemeh Marzban (Iran 2018, 28’)   La storia di un uomo solitario che decide di restare su un’isola abbandonata da tutti gli abitanti in mezzo al Mar Caspio. L’isola è abitata da cavalli selvatici e bufali. L’uomo decide di domare i cavalli e prepararli per le corse. Anteprima internazionale   The story of a lonely man who decides to stay on an island abandoned by all the inhabitants in the middle of the Caspian Sea. The island is inhabited by wild horses and buffaloes. The man decides to tame the horses and prepare them for racing.   a seguire ‘Bavani‘ a seguire ‘Waterfolks‘ a seguire ‘High Dive‘ a seguire ‘Cold Candle‘ a seguire...

Bavani – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia di Sajad Ahmadbaigi (Iran/Kurdistan 2018, 28’) Intenso documentario che racconta di un matrimonio in una tribù di nomadi curdi nelle montagne di Zagros, nell’est dell’Iran. Anteprima italiana   This intense documentary is the story of a wedding in a tribe of Kurdish nomads in the mountains of Zagros, in eastern Iran.   precede ‘I Stay‘ a seguire ‘Waterfolks‘ a seguire ‘High Dive‘ a seguire ‘Cold Candle‘ a seguire...

Waterfolks – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia di Azadeh Bizargiti (Iran/Kurdistan 2018, 30’) Sakineh e Sobra sono due delle tante pescatrici dell’isola di Hangam nel Golfo Persico. Ogni giorno vanno in mare per sostenere le loro famiglie. Il film presenta la loro vita quotidiana in mare e a terra. Non c’è bisogno di nessuna narrazione, perché la loro storia si racconta attraverso immagini di straordinaria bellezza. Vincitore del premio miglior corto documentario al festival Cinema Verité Tehran. Anteprima europea   Sakineh and Sobra are two of the many fisherwomen of Hangam Island in the Persian Gulf. They go to sea every day to support their families. This film is a close-up of their daily life at sea and on shore. No narration is needed as their story tells itself through stunningly beautiful images. It won best short documentary film from Cinema Verité Tehran.   precede ‘I Stay‘ precede ‘Bavani‘ a seguire ‘High Dive‘ a seguire ‘Cold Candle‘ a seguire...

High Dive – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

  Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia  di Donya Zandi (Iran/Kurdistan 2018, 9’)   Un bambino riesce a battere tutte le sue paure e il bullismo dei compagni con un salto mortale. Anteprima europea   A child can beat all his fears and bullying of his classmates with a somersault.   precede ‘I Stay‘ precede ‘Bavani‘ precede ‘Waterfolks‘ a seguire ‘Cold Candle‘ a seguire...

Cold Candle – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia di Navid Zare (Iran/Kurdistan 2017, 14’)   La vicina del piano di sotto si trasferisce all’improvviso. Al piano di sopra scoprono che aveva saputo di essere sieropositiva. La mattina dopo il loro figlio corre a farsi l’esame del sangue, ma trova il padre che sta già uscendo dall’ambulatorio. Lo insegue e lo vede precipitarsi a casa di un’altra donna, così scopre che il padre, infetto come lui, tradiva la moglie con almeno due donne. La sera a cena mentre il padre maltratta la madre come al solito, vorrebbe ucciderlo, ma ci ripensa perché lo ferebbe diventare una vittima. Anteprima italiana     The neighbor from downstairs suddenly moves out. Upstairs they discover that she found out she was HIV-positive. The next morning their son runs for a blood test, but finds his father who is already leaving the clinic. He follows him and sees him rushing to another woman’s house, so he discovers that his father, infected like him, cheated on his wife with at least two women. In the evening at dinner while his father is abusing his mother as usual, he would like to kill him, but he give up because he would make him a victim.   precede ‘I Stay‘ precede ‘Bavani‘ precede ‘Waterfolks‘ precede ‘High Dive‘ a seguire...

Bystander – [Iran-Kurdistan MIX |small stories]...

Ore 16:00 – [Iran-Kurdistan MIX |small stories – slot totale 120′] Regia di Sheyda Kashi (Iran 2017, 8’) Un anziano vive con una finestra davanti agli occhi. Vede un mondo freddo, in bianco e nero e fragile da dietro la finestra. Ma la finestra non è sempre stata lì mentre era un giovane partecipante attivo di una grande rivoluzione… Anteprima italiana     An old man is living with a window in front of his eyes. He sees a cold, black and white and fragile world from behind the window. But the window was not always there while he was a young active participant of a big revolution…    precede ‘I Stay‘ precede ‘Bavani‘ precede ‘Waterfolks‘ precede ‘High Dive‘ precede ‘Cold...

199 Little Heroes – Iraq...

Ore 18:00 199 Little Heroes serie diretta da Sigrid Klausmann Iraq di Ali Kareem (Iraq, Germania, 2018, 7’) v.o: arabo, sottotitoli:italiano, inglese   “199 Little Heroes” raggruppa una serie di mini documentari girati in tutto il mondo sotto il patrocinio della Commissione tedesca dell’UNESCO. L’obiettivo del film è quello di ritrarre un bambino in ogni paese del mondo, ognuno ripreso allo stesso modo: mentre va a scuola. Questo primo short film ha come protagonista un bambino iracheno. Anteprima italiana, alla presenza della regista Sigrid Klausmann   “199 Little Heroes“ is a worldwide film series project under the patronage of Germany’s UNESCO-Commission. Our aim is to portray one child in each country of the world – all of them framed alike by their way to school. The way to school is symbolic for the way into life, to education and, in that, into a better...

Flavours of Iraq

Ore 18:15 Regia di Leonard Cohen (Siria, 2017, 50’) v.o: arabo, francese; sottotitoli:italiano, inglese Il sapore del gelato all’albicocca, l’odore della polvere da sparo, il suono dei bombardamenti. Il regista iracheno-francese Feurat Alani fa appello ai sensi nel suo ritratto dell’Iraq attraverso i ricordi delle sue visite ai familiari. Da adulto trascorre nel paese alcuni anni lavorando come giornalista, e si trova di fronte al terrore e alla guerra. In 20 cortometraggi animati diretti da Leonard Cohen, attraverso la narrazione di eventi minori emerge la storia personale di Alani, della sua famiglia e di un paese distrutto. Nonostante tutto c’è spazio per l’amore, la bellezza, l’umorismo e soprattutto per l’umanità. Anteprima italiana, alla presenza dell’autore Leonard Cohen   The flavor of apricot ice cream, the smell of gunpowder, the sound of bombings—the Iraqi-French filmmaker Feurat Alani appeals to the senses in his portrayal of Iraq through memories of family visits. As an adult he spends a number of years there working as a journalist, and is confronted by terror and war. In 20 animated shorts directed by Leonard Cohen, through minor events Alani’s personal history emerges, as well as that of his family and a blighted country. In spite of everything, there’s room for love, beauty, humor and above all...

Fireworks Wednesday

Ore 20:45 Regia di Asghar Farhadi (Iran, 2006, 104’) v.o: persiano – sottotitoli: inglese, italiano Fuochi d’artificio in terra iraniana. Si festeggia così il Nawruz, l’ultimo mercoledì dell’anno persiano. Il film ritrae tre coppie alla vigilia di Nawruz. Rouhi, una giovane donna che sta per sposarsi, accetta un piccolo lavoro come donna delle pulizie in un appartamento nel nord di Teheran per finanziare il suo matrimonio. Quando arriva nell’appartamento, si trova immersa in un’accesa disputa tra Mojdeh e Morteza. Mojdeh sospetta che suo marito Morteza importuni la vicina Simin, e obbliga Rouhi a seguirla. Rouhi diventa sempre più al centro dei due fronti della coppia in lotta. Ne esce un ritratto di famiglia piuttosto complesso, urticante e assai poco ben augurante. Alla presenza del regista Asghar Farhadi     The film portrays three couples on the eve of Nouruz, the Iranian New Year. Rouhi, a young woman who is about to get married, takes a small job as a cleaner in an apartment in northern Tehran to finance her marriage. When she arrives in that apartment, she finds herself in a heated dispute between Mojdeh and Morteza. Mojdeh suspects her husband Morteza of cheating on her and her neighbour Simin, and obliges Rouhi to shadow them. Rouhi gets more and more between the fronts of the fighting...