Omar

  Ore 21.00 Film di apertura / Opening film  [retrospettiva su  Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Palestina, 2013, 93’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese L’ultimo film del regista palestine Hany Abu-Assad, acclamato autore di “Paradise Now. “Omar” è stato candidato agli Oscar 2014, ha trionfato al festival di Dubai e ricevuto il premio della giuria ‘Un Certain Regard’ al festival di Cannes.   È una storia di amore, amicizia e tradimento nella Cisgiordania occupata. Protagonista il giovane panettiere Omar, che scavalca ogni giorno il muro di separazione con Israele per andare a trovare la fidanzata Nadia. Ma la sua vita cambia quando viene arrestato con due amici di infanzia, Amjad and Tarek, per aver sparato contro un posto di blocco israeliano. Accusato dell’omicidio di un soldato, dovrà subire i ricatti dei suoi carcerieri, e una volta rilasciato si troverà a dover respingere le accuse di collaborazionismo. Anteprima italiana, alla presenza del regista Hany Abu-Assad   The latest film of the Plaestinian director Hany Abu-Assad, nominated to the Oscars 2014. “Omar” is accustomed to dodging surveillance bullets to cross the separation wall to visit his secret love Nadia. But occupied Palestine knows neither simple love nor clear-cut war. On the other side of the wall, the sensitive young baker Omar becomes a freedom fighter who must face painful choices about life and manhood.  ...

Nazareth 2000

  Ore 22.30 [retrospettiva su Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Palestina, 2000, 55’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese Tornando nella sua città natale pochi mesi prima del nuovo millennio, il regista Hany Abu-Assad cattura con la telecamera la vita quotidiana e i tumulti di una città considerata tra le più sacre al mondo. E lo fa attraverso gli occhi di due benzinai, i loro commenti cinici, divertenti e saggi sulle circostanze politiche e sociali della loro città, che dipingono un’immagine tragica e sottile dei suoi abitanti. Anteprima italiana, alla presenza del regista   Returning to his native city just months before the new millennium, filmmaker Hany Abu-Assad captures the daily, idiosyncratic beats of Nazareth – a city both Christians and Muslims consider one of the most sacred in the world. The story unfolds through the eyes of two cynical, funny and wise gas station attendants, their comments on the political and social conditions of their city paint both a tragic and subtle image of its inhabitants.  ...

Ford Transit

  Ore 17.00 [retrospettiva su Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Olanda, Palestina, 2002, 80’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese I furgoni bianchi della Ford che girano per tutta la Palestina una volta appartenevano all’esercito israeliano, che li regalò ai collaboratori perché potessero usarli per lavorare come tassisti. Il divertente documentario di Hany Abu-Assad ha come protagonista un tassista di nome Rajai, e i suoi tanti passeggeri a Ramallah e Gerusalemme, alle prese con la complessità della vita, con una politica estremamente instabile, la voglia di fuggire all’estero e soprattutto la battaglia quotidiana per accaparrarsi il prossimo cliente. Anteprima italiana alla presenza del regista   The white Ford vans driving around all over Palestine once belonged to the Israeli army. Soon, they were sold and converted to taxis. Director Hany Abu-Assad shows the day-to-day reality of a cab driver named Rajai and his passengers in Ramallah and Jerusalem, along roadblocks and...

Paradise Now

  Ore 18.00 [retrospettiva su Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Germania, Francia, Palestina, 2005, 90’)vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese Il film candidato agli Oscar che ha consacrato il talento del regista palestinese Hany Abu-Assad. I protagonisti Khaled e Said, due giovani amici d’infanzia, sono stati reclutati come kamikaze, e si dovranno far esplodere il giorno dopo a Tel Aviv. Mentre si preparano al momento decisivo qualcosa va storto e i due si perdono di vista. Soli nella città, dovranno fare i conti con i propri ideali, con la paura e affrontare la morte da soli. A seguire Hany Abu Assad in conversazione con Bruni Burres, (20 min)   Nominated for an Oscar in 2005, the film and the director became famous internationally. The protagonists Khaled and Said, two young childhood friends, were recruited as suicide bombers, and they have to blow up the next day in Tel Aviv. While preparing for this decisive moment something goes wrong.  ...

Omar

  Ore 22.15  – Replica Regia di Hany Abu-Assad (Palestina, 2013, 93’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese L’ultimo film del regista palestine Hany Abu-Assad, acclamato autore di “Paradise Now. “Omar” è stato candidato agli Oscar 2014, ha trionfato al festival di Dubai e ricevuto il premio della giuria ‘Un Certain Regard’ al festival di Cannes.   È una storia di amore, amicizia e tradimento nella Cisgiordania occupata. Protagonista il giovane panettiere Omar, che scavalca ogni giorno il muro di separazione con Israele per andare a trovare la fidanzata Nadia. Ma la sua vita cambia quando viene arrestato con due amici di infanzia, Amjad and Tarek, per aver sparato contro un posto di blocco israeliano. Accusato dell’omicidio di un soldato, dovrà subire i ricatti dei suoi carcerieri, e una volta rilasciato si troverà a dover respingere le accuse di collaborazionismo. Alla presenza del regista Hany Abu-Assad   The latest film of the Plaestinian director Hany Abu-Assad, nominated to the Oscars 2014. “Omar” is accustomed to dodging surveillance bullets to cross the separation wall to visit his secret love Nadia. But occupied Palestine knows neither simple love nor clear-cut war. On the other side of the wall, the sensitive young baker Omar becomes a freedom fighter who must face painful choices about life and manhood.  ...

Rana’s Wedding

  Ore 18.15 [retrospettiva su Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Palestine, Olanda, UAE, 2003, 90’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese Rana ha 17 anni e vive con il padre a Gerusalemme Est, che la vorrebbe sposata, e per questo le propone una lista di uomini tra cui scegliere. Se non ne sceglierà uno prima delle 4 del pomeriggio, quando partirà il volo di suo padre per l’Egitto, sarà costretta a seguirlo per continuare gli studi. Ma Rana è una donna testarda, e vuole riuscire a trovare il suo amato Khalil, un regista di teatro, prima della scadenza e sposarlo… Anteprima Italiana alla presenza del regista     Rana is a seventeen-year old Muslim who lives with her father in East Jerusalem. He wants her to marry and has given her a list of eligible men. If she doesn’t choose one before the plane leaves at 4 o’clock, she must accompany her father to Egypt. Rana is a free-thinking young woman with a stubborn streak: she wants to find her lover, Khalil, a theatre director, before the deadline and marry him.  ...

The 14th Cheeks

    Ore 16.45 [retrospettiva su  Hany Abu-Assad] Regia di Hany Abu-Assad (Olanda, 1998, 88’) vo.olandese, sottotitoli: italiano, inglese Il primo lungometraggio del regista palestinese Hany Abu-Assad è la storia di una coppia, Daniel e Francesca, che stanno per sposarsi. Martin, un amico comune, organizza una cena per la famglia e gli amici. Ma proprio Daniel e Francesca hanno dimenticato l’indirizzo del ristorante, e girano per la città in cerca del posto giusto…. Storia tragicomica sui giovani, la famiglia e l’amicizia. Anteprima italiana alla presenza del regista   Daniel and Francesca are going to get married. Martin, their mutual friend, organizes a dinner for family and friends. However, Daniel and Francesca have forgotten the address and are wandering through the city. Meanwhile, the guests amuse themselves by practising the party song, gossip about the couple. While the time is passing, conversations are turning into surprising and funny dialogues. Italian premiere  ...