My Afghanistan: Life in a Forbidden Zone

Ore 20.30

Regia di Nagieb Khaja

(Danimarca, Afghanistan, 2012, 87’) vo. dari, pashto, sottotitoli: italiano, inglese.

Il giornalista e filmmaker danese Nagieb Kaja, di origini afgane, torna a Kabul con una borsa piena di cellulari dotati di videocamera, la sua sfida e’ quella di documentare il vero Afghanistan. E chi puo’ farlo meglio degli afgani stessi? Con grande difficolta’ riesce a far avere a trenta afgani altrettanti cellulari, per fargli raccontare la loro vita quotidiana al di fuori delle aree protette e nei villaggi piu’ remoti. Un “Grande Fratello” Afghan style, che porta lo spettatore dietro la facciata di una guerra mai finita e di una pace dichiarata soltanto nei titoli dei giornali.

Anteprima italiana alla presenza del regista.

 

Danish/Afghan filmmaker Nagieb Khaja travels to Kabul with a sports bag full of video cameras on a mission, which at first sight looks as easy as it soon turns out to be difficult. Nagieb wants to document the ‘real’ Afghanistan. And who can do this any better than the Afghans themselves? With great difficulty, he manages to smuggle the camera’s out of the protected district, where the international journalists live shielded from the civilian population, and to the villages, where the inhabitants begin filming themselves and each other.

Italian premiere in the presence of the director.

COMMENTI