Money Market

Ore 15.30 Regia di Davide Lemma (Aghanistan, 2012, 30′), vo. dari, sottotitoli: italiano. Il racconto di un viaggio in Afghanistan, di uomini e donne che cercano di avviare la ricostruzione, attraverso la creazione di microimprese, ma anche di uomini che per scoraggiare l’uscita dei capitali hanno organizzato un mercato dove “scambiare i soldi”, incentivando di fatto i traffici illeciti di armi e di oppio. Alla presenza del regista.   The story of a trip to Afghanistan, a story of men and women trying to start rebuilding the country, through micro-enterprises, but also a story of men that, with the aim to discourage the outflow of capital, decide to organise a market where to “exchange money”, encouraging illegal trafficking of weapons and opium. In the presence of the...

Bulaq

Ore 16.15 Regia di Davide Morandini (UK, Italia, Egitto, 2011, 25’) vo. arabo, sottotitoli: italiano. La rivoluzione in Egitto vista attraverso la popolazione di Bulaq, popolarissimo quartiere a pochi metri da piazza Tahrir, fatiscente e vivacissimo, dove la gente combatte da anni per la sopravvivenza. Con la rivoluzione, gli abitanti del quartiere hanno fatto sentire finalmente la loro voce, anche se nessuna delle loro richieste è stata ancora esaudita… Alla presenza del regista   The revolution in Egypt as seen through the population of Bulaq a very popular district a few meters away from Tahrir Square, where people fhas been fighting for yearsto survive. Through the revolution, people in the neighborhood did finally hear their voice, even if none of their demands have yet been answered … In the presence of the...

Just Play

Ore 17.00 Regia di Dimitri Chimenti (Italia, Francia, Palestina, 2012, 58’) vo. arabo, sottotitoli: italiano. C’è un’associazione culturale che da 10 anni porta le sue scuole di musica in un territorio che dai campi rifugiati del Libano arriva sino alla Striscia di Gaza. Il suo nome è Al Kamandjâti, vi lavorano insegnanti di tutto il mondo e raggiunge migliaia di bambini. Per Al Kamandjâti, l’educazione musicale non è solo il miglior mezzo per proteggere la vita, ma anche il più efficace tra gli strumenti di resistenza. Alla presenza del regista.   There is a cultural association that for the last 10 years has brought its music schools in a territory from the refugee camps of Lebanon up to the Gaza Strip. Its name is Al Kamandjâti, with teachers from around the world and reaches thousands of children. For the Kamandjâti, music education is not only the best way to protect life, but also the most efficient tools of resistance. In the presence of the...

Facing Mirrors

Ore 18.15 Regia di Negar Azarbayjani (Iran, Germania, 2012, 102′) vo. persiano, sottotitoli: italiano, inglese. – REPLICA – L’acclamata opera prima della regista iraniana Negar Azarbayjani, racconta dell’amicizia di due donne agli antipodi attraverso un viaggio in taxi. Rana, una giovane madre costretta dal bisogno a guidare il taxi del marito in carcere, e Adineh, transessuale in fuga dalla sua ricca famiglia, e da un matrimonio di convenienza imposto per nascondere lo scandalo della sua esistenza. Due mondi che si scontrano e che poi si sostengono reciprocamente, sfidando il perbenismo e i pregiudizi. Anteprima italiana alla presenza della regista, delle attrici e della produttrice. Presenta Farian Sabahi, giornalista e storica dell’Iran.   Rana, a conservative young mother, has been secretly driving a cab to support her family since her husband went to jail. When she picks up Adineh, a young woman from a wealthy family who is fleeing an arranged marriage and the country for a transgender operation, it’s a clash of class and belief systems. But soon enough, an unlikely alliance forms. Italian premiere in the presence of the director, the actresses and the producer. Present the film Farian Sabahi, journalist and Iranin historian.   Cosa sanno gli italiani di come vivono le persone transgender in Iran? I nostri volontari hanno cercato di...

Casablanca Mon Amour

Ore 20.45 Regia di John Slattery (USA, Marocco, 2012, 78’) vo. arabo, inglese, sottotitoli: italiano, inglese. – REPLICA – Un particolarissimo e intelligente road movie che indaga la lunga relazione tra lo star system di Hollywood e l’immagine del mondo arabo. Il film mette in discussione la visione patinata ed esotica del Marocco, ricostruita attraverso gli sfondi di alcune delle più famose pellicole del cinema americano, da Guerre Stellari al Gladiatore. Armati di videocamera, due ragazzi marocchini raccolgono interviste, raccontano le loro impressioni, e ci restituiscono l’immagine di un Marocco fuori dai luoghi comuni. Anteprima italiana, alla presenza del regista e della produttrice.   Using movies as a road map, and in part a road movie itself, CASABLANCA MON AMOUR offers a Moroccan perspective on the long and entwined relationship between Hollywood and the Arab world. This highly original film takes a human look at the effects that blockbusters have had people’s imaginations and affords Moroccans an opportunity to talk back – which they do in intelligent, witty and wildly ingenious ways. Part-documentary, part-fiction, and featuring a cast of compelling non-actors, CASABLANCA MON AMOUR uses the process of movie making as a way of turning the Great American Story on its head; in the process it offers Hollywood and America a story about itself. Italian premiere, in the presence of the director and of the...

The Boxing Girls of Kabul...

Ore 22.30 Regia di Ariel Nasr (Canada, Afghanistan, 2012, 52’) vo. dari, pashto, sottotitoli: italiano, inglese. – REPLICA – In una palestra dello stadio di Kabul, dove non molto tempo fa i talebani lapidavano le donne, un gruppo di ragazze insegue il sogno di dare all’Afghanistan la prima medaglia olimpica nel pugilato femminile. La posta in gioco è in realtà molto più alta: è la vittoria sui pregiudizi e la conquista di un nuovo rispetto per il loro Paese e per loro stesse. La loro prima trasferta all’estero si rivelerà un’inappellabile prova della verità. Anteprima italiana.   A courageous group of young Afghan women risk persecution to become world-class boxers, training without even the most basic of facilities. Inspired by their coach who was once an Olympic contender, the girls dream about winning medals for their country and a shot at the 2012 Olympics. The film shadows them closely over the course of a year, following three young contenders to their first competition. But when Afghan TV covers a medal won by one of the girls, and the news reports women being stoned in other parts of the country, their lives and their families are threatened. Italian...

Make Art Not War

Ore 15.00 Regia di ICY and SOT (Iran, 2012, 4’) senza dialoghi. Una città di cartone e un carro armato che spara graffiti colorati sui muri. Icy e Sot sono i nomi d’arte dei due fratelli Sadeghpour, “graffitari” iraniani noti per i loro bellissimi disegni, che spuntano a sopresa lungo le strade intasate dal traffico e dallo smog. Anteprima italiana   A cardboard city and a tank that shoots beautiful graffiti on the walls. The title says it all: Make art, not war! Italian...

Nessa

Ore 15.00 Regia di Loghman Khaledi (Iran, 2012, 52’) vo. persiano, sottotitoli: italiano, inglese. Come tante giovani donne di tutto il mondo, Nessa sogna di diventare un’attrice famosa. Dopo diversi anni di gavetta si conquista un ruolo da protagonista. Ma nella piccola e conservatrice Kermanshah, città del Kurdistan iraniano, la scelta di Nessa diventa fonte di vergogna per la sua famiglia. Cinema verità, con il regista coinvolto in questo piccolo grande dramma familiare. Anteprima italiana, presenta il film Kamin Mohammadi, giornalista e scrittrice.   Like many young women around the world, Nessa dreams of becoming a famous actress and choosing her own destiny. After years of puppetry and minor parts, she finally lands a major role, but in the conservative Kurdish city of Kermanshah, Iran, Nessa’s independence means shame for her family. While her father reluctantly admires her self-sufficiency, her brother’s macho pride incites him to violence when attempts to control his sister fail. Italian premiere, introduce the film Kamin Mohammadi, journalist and...

Al Intithar (Waiting)...

Ore 16.00 Regia di Mario Rizzi (Italia, UAE, 2013, 30’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese. Cronaca ravvicinata ma discreta della vita semplice e dura di alcune donne siriane a Camp Zaatari, il campo profughi siriano nel deserto giordano, in cui vivono gia’ 45.000 rifugiati, e dove l’attesa di qualcosa di indefinito sembra protrarsi l’infinito. Anteprima italiana alla presenza del regista, proiezione in collaborazione con Villa Romana   The Syrian refugee camp Zaatari lies seven kilometres to the south of the Syrian border in the Jordanian desert. The nearest town is 13 kilometres away. There are already 45,000 refugees living here, and still more people arrive: 10,000 additional refugees every week. The capacity of the camp is 70.000 people. Many Syrians would like to go home: living conditions in the camp are by no means easy and they are often far away from their husbands and sons, many of whom have stayed behind to fight. Italian premiere at the presence of the director, screening in cooperation with Villa...

Round Trip

Ore 16.00 Regia di Mayar Al Roumi (Siria, Francia, 2012, 73’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese. Per Walid, un tassista di Damasco, la sua auto è il solo posto dove poter rubare un bacio alla ragazza che ama. Quando Suhair viene invitata a Tehran da un’amica, decidono di partire insieme in treno. Il viaggio diventa cosi’ un’occasione, splendida come il paesaggio che scorre davanti ai loro occhi, per conoscersi al di fuori del suo taxi… Anteprima italiana alla presenza del regista. Q&A con i registi Mario Rizzi e Mayar Al-Roumi.   For Walid, a taxi driver in Damascus, the only place he can steal a private kiss with his love, Suhair, is in his car. When Suhair is invited by her friend to visit Tehran, she and Walid together board a train from the Syrian capital to Tehran. As they follow the stunning scenery captured beautifully on film, Walid and Suhair finally have an opportunity to get to know each other outside of his taxi… Italian premiere in the presence of the director. Q&A with the directors Mario Rizzi and Meyar...

Cinema Jenin

Ore 18.15 Regia di Marcus Vetter (Palestina, Germania, 2012, 95’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese. Quando il regista tedesco Marcus Vetter decide di andare a Jenin in Palestina per raccontare la storia di Ismael, il cui figlio era stato ucciso per errore da un soldato israeliano, scopre con sorpresa che la citta’ un tempo aveva un cinema, dove la gente faceva la fila per vedere i film nazionali e internazionali. La Palestina aveva una volta una fiorente industria cinematografica, collassata con la prima Intifada nel 1987. Vetter, Ismal e un gruppo di altri palestinesi, decidono cosi’ di riportare in vita il vecchio cinema, e farlo diventare un luogo di aggregazione culturale e sociale. Il film racconta questa incredibile avventura. Anteprima italiana alla presenza del regista.   When director Marcus Vetter goes to Jenin in the Palestinian territories for a story about Ismael, whose son was shot by an Israeli sniper, he discovers that the city once boasted a cinema where people lined up to watch local and international films. Palestine used to have a well-developed film industry, but it collapsed with the First Intifada in 1987. Vetter, Ismaël, and a few locals come up with the idea of renovating and breathing new life into the old cinema and creating a social and cultural meeting place. Italian premiere in the presence of the...

This is London

Ore 20.30 Regia di Mohammed Rashed BuAli (Bahrein, UAE, 2012, 17’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese. Per una coppia di anziani genitori mandare una fotografia al figlio a Londra non dovrebbe essere un compito difficile. Ma quando la moglie si rifiuta di mettere piede in uno studio fotografico, il fotografo deve trovare un modo diverso per fare il suo lavoro. Peccato che ci sia sempre qualcosa che vada di traverso… Anteprima italiana.   A couple’s mission to send a photograph to their son in London should be an easy task, but when the wife refuses to go to the studio, the photographer has to think of innovative ways to capture the perfect shot. Italian...

My Afghanistan: Life in a Forbidden Zone...

Ore 20.30 Regia di Nagieb Khaja (Danimarca, Afghanistan, 2012, 87’) vo. dari, pashto, sottotitoli: italiano, inglese. Il giornalista e filmmaker danese Nagieb Kaja, di origini afgane, torna a Kabul con una borsa piena di cellulari dotati di videocamera, la sua sfida e’ quella di documentare il vero Afghanistan. E chi puo’ farlo meglio degli afgani stessi? Con grande difficolta’ riesce a far avere a trenta afgani altrettanti cellulari, per fargli raccontare la loro vita quotidiana al di fuori delle aree protette e nei villaggi piu’ remoti. Un “Grande Fratello” Afghan style, che porta lo spettatore dietro la facciata di una guerra mai finita e di una pace dichiarata soltanto nei titoli dei giornali. Anteprima italiana alla presenza del regista.   Danish/Afghan filmmaker Nagieb Khaja travels to Kabul with a sports bag full of video cameras on a mission, which at first sight looks as easy as it soon turns out to be difficult. Nagieb wants to document the ‘real’ Afghanistan. And who can do this any better than the Afghans themselves? With great difficulty, he manages to smuggle the camera’s out of the protected district, where the international journalists live shielded from the civilian population, and to the villages, where the inhabitants begin filming themselves and each other. Italian premiere in the presence of the...

The Last Step

Ore 22.30 Regia di Ali Mosaffa (Iran, 2012, 88′) vo. persiano, sottotitoli: italiano, inglese. – REPLICA – Un film intenso, intimo e doloroso, che narra la storia di un amore mancato e di una vita imperfetta, come l’ultimo gradino della villa dove i due protagonisti conducono un’esistenza confusa tra realtà e finzione. Una splendida Leila Hatami, la protagonista del film premio Oscar Una Separazione di Asghar Farhadi, diretta dal marito Ali Mosaffa, che è anche il protagonista maschile della vicenda. Presenta il film Bianca Maria Filippini, esperta di cinema iraniano.   This ironic tale is narrated from beyond the grave by Khosro (Ali Mosaffa), who dies in a ridiculous accident, but lingers round his film star wife, Leila (Leila Hatami), reviewing their complicated but loving marriage. He hangs round the set where she is trying to finish shooting the film begun before he died. Previously unexplained truths dawn on him but Leila, who manages to insert her perspective into the story, still has some secrets. Presents the film Bianca Maria Filippini, expert of iranian...