White House

Ore 15:15 di Arastu Mafakheri (Iran, Kurdistan, 2016, 20’) v.o. curdo, sottotitoli: italiano, inglese     Un giovane imam inizia la sua prima missione in un villaggio sperduto del Kurdistan. Mentre svolge le funzioni religiose quotidiane e imbianca la propria casa, una serie di eventi cambiano la sua vita. Anteprima italiana   A young imam begins his first mission in a remote village in Kurdistan. While helding daily religious services and whitening his own house, a series of events change his...

Law of the Border [Hudutların Kanunu]...

Ore 15:15 – [MIDDLE EAST CLASSICS – film cult dal Medio Oriente] Regia di Lüfti Ö. Akad (Turchia, 1966, 74’) v.o. turco, sottotitoli: italiano   La vita al confine con la Siria è molto dura: il terreno è roccioso e secco, il traffico illegale l’unico modo per guadagnarsi da vivere. Hidir cerca di rimanerne fuori, ma finisce per accettare di condurre un gregge oltre il confine, per garantire un futuro al figlio. Scritto e interpretato dal grande cineasta Yilmaz Güney, con le sue potenti immagini e il suo ritratto diretto dei problemi sociali, Law of the Border – considerato un vero e proprio western – è uno dei primi capolavori del cinema turco. Il film è stato restaurato nel 2013 dalla World Cinema Foundation di Martin Scorsese alla Cineteca di Bologna / L’Immagine Ritrovata, in collaborazione con Dadaş Films e il Ministero della Cultura della Turchia.   Life on the border with Syria is very tough. The terrain is rocky and dry, illegal trafficking is the only way to earn a living. Hidir tries to stay out, but he ends up accepting to lead a flock across the border, to guarantee a future for the child. Film restored in 2013 by the World Cinema Foundation at Cineteca di Bologna /L’Immagine Ritrovata in association with Dadaş Films and the Turkish Ministry of Culture. ...

Desert Fire: the World Cup Rebels of Kurdistan...

Ore 16:45 di Jack Losh, Sebastien Rabas (Gran Bretagna, Georgia, Iraq, 2016, 25’) v.o. curdo, sottotitoli: italiano, inglese     Nell’estate del 2016 si è svolto un torneo straordinario: la coppa del mondo di calcio delle nazioni senza stato, delle minoranze etniche e dei territori non riconosciuti. Un evento surreale e al tempo stesso vibrante, raccontato attraverso le vicende della squadra più affascinante di tutto il gruppo: il Kurdistan. Presenta Jess Gormley (Guardian News & Media)   In summer 2016, an extraordinary tournament took place: football’s ‘rebel’ world cup for stateless nations, minority ethnic groups and unrecognized territories. This surreal and vibrant spectacle is viewed through the most fascinating team of the lot,...

Team Gaza

Ore 16:45  Regia di Frederick Mansell, Laurens Samsom (Olanda, 2016, 55’) vo. arabo, sottotitoli: italiano, inglese   Team Gaza è un’immersione nella vita reale di Gaza, la storia di quattro giovani che cercano di farsi una vita in una striscia di terra isolata dal resto del mondo. Uno di loro vuole sposarsi; un altro vuole ricostruire la sua casa distrutta da un bombardamento; il terzo cerca di fuggire; e l’ultimo si fa coinvolgere in un traffico d’armi. Li unisce la passione per il calcio e la squadra nella quale giocano, l’unico luogo dove si può dimenticare tutto. Al di fuori del campo, pregano e combattono per un futuro migliore. Anteprima Italiana   Team Gaza provides an exclusive view of real life inside the Gaza Strip. Team Gaza records the lives of four young people daring to dream in Gaza, a land strip sealed off from the outside world. Stuck between walls these four Gazans try to build their...

Withered Green

Ore 18.00 – [FOCUS EGITTO] Regia di Mohammed Hammad (Egitto, 2016, 73′) v.o. arabo, sottotitoli: italiano   Iman è una giovane donna tradizionalista, che si prende cura della sorella minore Noha, dopo la morte dei loro genitori. Quando Noha riceve una proposta di matrimonio, Iman fa fatica a convincere i suoi zii a presenziare al fidanzamento, come la tradizione richiederebbe. Ma Iman decide di ignorare la tradizione. L’opera prima di un giovane talento del cinema egiziano, acclamata al Festival di Locarno e miglior regia al Festival di Dubai. Anteprima italiana, alla presenza del regista. Iman cannot convince any of her uncles to attend her younger sister’s engagement in her father’s place, as is tradition. However, when she receives her medical test results, she makes a shocking discovery which prompts her to do away with all these withered traditions....

Mare Nostrum

Ore 18.00 Regia di Rana Kazkaz, Anas Khalaf (Francia, Siria, 2016, 14’)     Su una spiaggia del Mar Mediterraneo, un padre siriano disperato, prende una decisione che mette a rischio la vita della sua piccola figlia… Anteprima italiana   On the shore of the Mediterranean Sea, a Syrian Father makes a risky decision that puts his daughter’s life at...

Happily Ever After

Ore 18.15 – [FOCUS EGITTO] Regia di Nada Riyadh, Ayman El Amir (Egitto, 2016, 71’) v.o. arabo, sottotitoli: italiano, inglese   In piena primavera araba in Egitto, la regista Nada Riyadh s’innamora di Ayman. L’euforia iniziale lascia il posto ai dubbi e alle ansie. Quando Ayman decide di lasciare il paese, per il peggiorare delle condizioni sociali e politiche, Nada sente che non può seguirlo. Inizia così a documentare la loro relazione vacillante, alternando le loro immagini a quelle delle manifestazioni anti-governative, che un tempo riuscivano a unire le diverse parti della società egiziana. Anteprima italiana, alla presenza dei registi   In the midst of the chaos of Egypt’s Arab Spring, filmmaker Nada Riyadh falls in love with Ayman. The initial euphoria makes way for doubt, anxiety and blame When Ayman decides to leave the country because of the deteriorating social and political conditions, she feels she cannot join...

Nowhere to Hide

Ore 20.45 Regia di Zaradasht Ahmed (Iraq, Norvegia, Svezia, 2016, 78’) v.o. arabo, sottotitoli: italiano, inglese Il regista segue la vita e la resistenza quotidiana dell’infermiere Nori Sharif, attraverso cinque anni drammatici della sua vita, in una delle zone più pericolose del mondo: il cosiddetto “Triangolo della morte” nel centro dell’Iraq. Nel 2011, con il ritirarsi delle truppe internazionali, le immagini raccontano storie di sopravvissuti e di speranza per il futuro, ma ben presto i combattimenti riprendono e la popolazione è costretta a fuggire. Nori è uno dei pochi a rimanere. Quando nel 2014 l’ISIS avanza e occupa la città di Jalawla, anche lui è costretto a scappare con la famiglia, e da quel momento decide di filmare se stesso. Il documentario che ha vinto l’ultima edizione del festival IDFA di Amsterdam. Anteprima Italiana, alla presenza del regista.   “Nowhere to Hide” follows Nori Sharif, an hospital nurse, through five years of dramatic change, providing unique access into one of the world’s most dangerous and inaccessible areas – the “triangle of death” in central Iraq.   ...

Tamaroz [Simulation]

Ore 22:30 Regia di Abed Abest (Iran, 2017, 80’) v.o. persiano, sottotitoli: italiano, inglese     Tre giovani annoiati, alla ricerca di un posto dove organizzare una festa, decidono di far visita un uomo anziano che conoscono a malapena. All’inizio sembra andare tutto bene, poi l’uomo pensa che siano venuti per derubarlo, e questa scelta avventata si rivela una catastrofe per tutti. Un film dai dialoghi potenti, girato all’interno di una scatola nera con una scenografia ridotta al minimo, in cui la monotonia crea suspense e il senso di astrazione diventa metafora di un luogo d’esilio. Anteprima Italiana, alla presenza del regista.   One night, three bored young men decide to pay a visit to an older man they only know vaguely. At first he’s glad to see them but soon afterwards thinks they’ve come to burgle him and turns a gun on them. When the police turns up, they’re all taken into custody. Filmed entirely inside a black box, Tamaroz is a film in which the set is minimized, dialogues are powerful, monotony creates suspense and abstraction a place of...

Parting

Ore 21.00 – Introduce Felicetta Ferraro (iranista e festival consultant programma Iran & Afghanistan) Regia di Navid Mahmoudi (Iran, Afghanistan, 2016, 78′) v.o. farsi, dari, sottotitoli: italiano, inglese     Due giovani afgani, Fereshteh e Nabi, sono innamorati, ma Fereshteh deve seguire i suoi genitori e lasciare l’Afghanistan per rifugiarsi in Iran. Nabi decide di attraversare illegalmente il confine, ritrovare Fereshteh e portarla in Europa attraverso la Turchia, in cerca di una vita migliore. Il film è stato candidato agli Oscar 2017 per l’Afghanistan. Anteprima italiana   Two young Afghans, Fereshteh and Nabi, are in love, but Fereshteh has to follow her parents and leave Afghanistan to find refuge in Iran. Nabi decides to illegally cross the border, find Fereshteh and take her through Turkey towards Europe and a better...

Take Me Home

Ore 21.00 – Introduce Felicetta Ferraro (iranista e festival consultant programma Iran & Afghanistan) Regia di Abbas Kiarostami – omaggio al maestro Kiarostami (Iran, 2016, 16’) senza dialoghi     L’ultima opera di uno dei più grandi maestri del cinema iraniano. Abbas Kiarostami ci porta con la sua macchina da presa nel sud dell’Italia, per mostrarci immagini divertenti e bellissime di vicoli e scalinate.   Abbas Kiarostami takes his camera to south of Italy and shows us a beautiful and playful video of alleys and stairs...