Withered Green

Ore 18.00 – [FOCUS EGITTO] Regia di Mohammed Hammad (Egitto, 2016, 73′) v.o. arabo, sottotitoli: italiano   Iman è una giovane donna tradizionalista, che si prende cura della sorella minore Noha, dopo la morte dei loro genitori. Quando Noha riceve una proposta di matrimonio, Iman fa fatica a convincere i suoi zii a presenziare al fidanzamento, come la tradizione richiederebbe. Ma Iman decide di ignorare la tradizione. L’opera prima di un giovane talento del cinema egiziano, acclamata al Festival di Locarno e miglior regia al Festival di Dubai. Anteprima italiana, alla presenza del regista. Iman cannot convince any of her uncles to attend her younger sister’s engagement in her father’s place, as is tradition. However, when she receives her medical test results, she makes a shocking discovery which prompts her to do away with all these withered traditions....

Mare Nostrum

Ore 18.00 Regia di Rana Kazkaz, Anas Khalaf (Francia, Siria, 2016, 14’)     Su una spiaggia del Mar Mediterraneo, un padre siriano disperato, prende una decisione che mette a rischio la vita della sua piccola figlia… Anteprima italiana   On the shore of the Mediterranean Sea, a Syrian Father makes a risky decision that puts his daughter’s life at...

Parting

Ore 21.00 – Introduce Felicetta Ferraro (iranista e festival consultant programma Iran & Afghanistan) Regia di Navid Mahmoudi (Iran, Afghanistan, 2016, 78′) v.o. farsi, dari, sottotitoli: italiano, inglese     Due giovani afgani, Fereshteh e Nabi, sono innamorati, ma Fereshteh deve seguire i suoi genitori e lasciare l’Afghanistan per rifugiarsi in Iran. Nabi decide di attraversare illegalmente il confine, ritrovare Fereshteh e portarla in Europa attraverso la Turchia, in cerca di una vita migliore. Il film è stato candidato agli Oscar 2017 per l’Afghanistan. Anteprima italiana   Two young Afghans, Fereshteh and Nabi, are in love, but Fereshteh has to follow her parents and leave Afghanistan to find refuge in Iran. Nabi decides to illegally cross the border, find Fereshteh and take her through Turkey towards Europe and a better...

Take Me Home

Ore 21.00 – Introduce Felicetta Ferraro (iranista e festival consultant programma Iran & Afghanistan) Regia di Abbas Kiarostami – omaggio al maestro Kiarostami (Iran, 2016, 16’) senza dialoghi     L’ultima opera di uno dei più grandi maestri del cinema iraniano. Abbas Kiarostami ci porta con la sua macchina da presa nel sud dell’Italia, per mostrarci immagini divertenti e bellissime di vicoli e scalinate.   Abbas Kiarostami takes his camera to south of Italy and shows us a beautiful and playful video of alleys and stairs...

Libere, Disobbedienti e Innamorate (In Between)...

 Ore 21.00 Regia di Maysaloun Hamoud (Israele, Francia, 2016) Versione doppiata in Italiano   Cosa fanno tre giovani donne arabe a Tel Aviv? Fanno quello che farebbero tutte le giovani donne del mondo: amano, ridono, piangono, inseguono desideri, cadono, si rialzano. Una piccola grande storia di amicizia, una Tel Aviv metropolitana che ribolle di cultura underground, tre amiche divise dalle pulsioni e rese gemelle dalla necessità di essere forti. Introduce il film Marcella Simoni, docente Università di Venezia.   Salma, Laila and Nur will never fit in. Palestinians with Israeli citizenship, they choose to live a life of freedom in Tel Aviv, away from their home villages. Each is looking for love, but as young Palestinian women they learn that a relationship of their choosing is not easy to fulfill. They have to choose their place, either in the city or in the village....

Last Men in Aleppo

Ore 11.00 regia di Firas Fayyad, co-regia di Steen Johannessen (Siria, Danimarca, 2017, 104’) v.o. arabo, sottotitoli: italiano, inglese     Il film vincitore del Gran Premio della Giuria all’ultimo Sundance Film Festival. Un documentario dalla grande umanità che ci porta ad Aleppo in Siria, al fianco degli “White Helmets”, il corpo di volontari in prima linea fin dall’inizio di questa guerra massacrante. Khaled, Mahmoud e Subhi corrono nei luoghi dei bombardamenti e degli attacchi terroristici, per cercare i vivi e i morti tra le macerie. Ogni giorno si confrontano con un grande dubbio: scappare e salvare le loro famiglie dalle bombe, oppure continuare a salvare le vite degli abitanti di Aleppo tra le rovine? Con introduzione di approfondimento al film   Nowhere is the human toll of Syria’s ongoing civil war more brutally manifest than in the lives of Aleppo’s “White Helmets”—first responders to the devastating bombing and terrorist attacks that have pushed this city to the brink of collapse. Volunteers Khaled, Mahmoud, and Subhi rush toward bomb sites while others run away. They search through collapsed buildings for the living and dead. Contending with fatigue, dwindling ranks, and concerns for their families’ safety, they must decide whether to stay or to flee a city in...